credits img: madmass

Rocketman: il bambino prodigio che ha conquistato il mondo

In questa fase delicata dove si ha davvero molto tempo libero ho deciso di trascorrere una serata davanti ad Amazon Prime. Nella sezione film trovate un piccolo capolavoro proposto nelle sale qualche mese fa, un pò musical e dramma, sto parlando di The Rocketman film diretto da Dexter Fletcher.

Il film racconta la vita avventurosa e ricca di riflessioni del grandissimo Elton John, da bambino a star internazionale. Un percorso alla ricerca della propria identità, un alternanza di personaggi buoni e malvagi, il lusso frutto del successo e non sempre garanzia di serenità interiore.

The Rocketman propone un cast interessante e giovane: il protagonista Elton è interpretato da Taron Egerton (lo avete visto in Kingsman un film di azione di qualche anno fa), Bernie il compositore è proposto al pubblico magistralmente da Jamie Bell (ve lo ricordate nel film Billy Elliot) e poi abbiamo John il manager senza scrupoli interpretato dal talentuoso Richard Madden (lo avete visto nelle prime stagioni del Trono di Spade ed ha raggiunto l’apice del successo con la serie Netflix Bodyguard). Un cast ricco, prettamente maschile che accontenta tutti i gusti.

Il film inizia con l’arrivo di Elton John in un “rehab” una clinica di riabilitazione per tutti coloro che hanno delle dipendenze (droga, alcool ecc), un momento di fragilità ed un percorso nella memoria dell’artista alla ricerca delle cause di quei malesseri tanto profondi. Rocketman è l’occasione per conoscere a 360 gradi un artista che ha fatto la storia della musica inglese, una persona fragile con una storia familiare complessa e non comune. Un genio che davanti al pianoforte era in grado di creare delle vere magie, un bambino alla ricerca di affetto e approvazione, un adolescente alle prese con l’omosessualità ed infine un adulto ingenuo che finisce nei guai facilmente per colpa delle amicizie sbagliate.

Ho trovato in questo film molte similitudini con la vita di Freddy Mercury, entrambi famosi, idolatrati dalla gente e nelle mani di personaggi senza scrupoli che usano i sentimenti per ottenere ciò che vogliono potere. Due icone dei nostri tempi che dietro ai: lustrini, alle stravaganze, alle risate forzate nascondono vulnerabilità comuni e difficili da gestire.

Il film è anche un musical con un’ottima colonna sonora, potrete ascoltare le hit di Elton, analizzarne i testi (personalmente ho capito come e perché sono nate delle canzoni, una forma di sfogo dell’artista in una fase critica della sua vita), rimanere piacevolmente colpiti dalle coreografie messe in atto e dai costumi indossati. Rocketman dura all’incirca due ore, lo trovate disponibile su Prime mentre è a pagamento su altre piattaforme, dunque approfittatene. Buona visione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *